giovedì 2 settembre 2010

Cioccolatino con cuore di mou per "La fabbrica di cioccolato"

Adoro questo film. Tutte le volte che lo vedo mi viene una voglia matta di mangiare cioccolato a più non posso. Per me che sono cioccolato-dipendente questo film è una vera e propria tentazione. Quanto vorrei almeno per una volta cadere dentro quel fiume come ha fatto Augustus Gloop, personaggio alla quale, oltretutto, mi sento molto affine :-))! In ogni caso Tim Burton non ha sbagliato! Mentre la produzione stava decidendo se fare o no questo remake, su Internet si era creata una sorta di petizione, da parte di tutti i fan di Tim, per convincerlo a fare "il fantastico mondo di Oz" alla quale ho partecipato anch'io" :-D. Nonostante non c'è stato nulla da fare, la scelta è stata comunque azzeccata e io come tanti altri suoi fan speriamo ancora in una sua versione di Oz! Sarebbe sicuramente fantastica! La storia per chi non la conoscesse si basa soprattutto sulla vita di Willy Wonka, il proprietario di una fabbrica di cioccolato. La sua originalità lo rende celebre in tutto il mondo ma deluso dall'atteggiamento di alcuni suoi dipendenti che gli rubano le ricette per rivenderle ad altre imprese, decide di chiudere la fabbrica. Dopo svariati anni, con l'obiettivo di lasciare in eredità la sua fabbrica a qualcuno, Willy invia in tutto il mondo cinque biglietti d'oro tramite le sue barrette di cioccolato per invitare 5 persone all'interno della sua fabbrica. I vincitori sono: Augustus Gloop "il mangione", Veruca Salt "la ricca viziata", Violetta Boregaurde "la sportiva vanitosa", Mike Tv  "il fanatico dei videogame" e Charlie Bucket "il più bravo bambino del mondo". Entrati nella fabbrica scoprono un mondo governato da mini-operai "gli Oompa Loompa" e basato su macchinari e scenari incredibili. Logicamente vincerà il bambino buono.. e questo c'era da aspettarselo! La ricetta è molto semplice... cioccolatino alla mou che fa impazzire Augustus Gloop e non solo lui! :- )






Ricetta:

Cioccolato fondente

Per la mou:

200 ml. di panna riscaldata
1 baccello di vaniglia
100 . di zucchero
100 g. miele
500 g. di cioccolato bianco (che volendo potete anche omettere)

Fate il caramello. Io metto uno strato fino di zucchero in una pentola bella calda e non appena si scioglie il primo strato ne aggiungo un altro, senza mai mescolare! E continuo così fino ad esaurimento dello zucchero! A parte fate riscaldare la panna con un baccello di vaniglia e il miele. Appena il caramello è pronto unire il tutto insieme. Aspettare qualche minuto che il tutto si rapprenda ed è pronto! Lasciar freddare!
Fate sciogliere il cioccolato, se avete il termometro è meglio temperarlo (io non ce l'avevo quindi ho tralasciato) e foderate lo stampino di uno strato fino di cioccolato. Lasciate freddare. Mettere all'interno la mou e ricoprire nuovamente di cioccolato aiutandovi con un cono di carta da forno per essere più precisi. Mettete tutto in frigo a far freddare e togliete dagli stampi non appena il cioccolato si è indurito.















 P.s: scusate per le foto sfocate ma ho provato di tutto per aggiustarle....a tal proposito vi chiedo se avete qualche buon programma di fotoritocco gentilmente potete segnalarmelo!? Grazie mille!

2 commenti:

  1. Pure i cioccolatini ti metti a fare?!?! MA guarda quanto sono belli!!!
    Klod, volevo anche avvisarti che il mio blog ha aggiornato il tuo link col pranzo di babette, può essere? O forse hai caricato il nuovo post e quello me l'ha registrato...?...

    RispondiElimina
  2. Strano... l'avevo messo poi l'ho tolto perchè non avevo ancora messo le foto e quindi volevo aspettare.. ma tu quando entri lo vedi? MAh! Cmq non fa niente tanto fra un pò metto anche le foto....Baci

    RispondiElimina

La parola "commento" proviene dal latino "commèntum" che significa "trovato" o " parto della mente" ed ha la stessa base etimologica di "commentàri" che significa meditare e immaginare.