mercoledì 18 agosto 2010

Zuppa di piselli per "L'esorcista"

Finalmente un film horror che fa paura. L'esorcista, a mio avviso, è il miglior film horror di tutti i tempi. Un classico che fa ancora accapponare la pelle ai più paurosi. Io l'ho visto miliardi di volte e oramai non mi fa più effetto ma la prima volta che lo vidi... beh...devo dire che sono rimasta sveglia una notte intera con quella cacchio di musichetta in testa e mia madre mi prendeva in giro dicendomi che se avessi detto un'altra parolaccia il diavolo sarebbe venuto da me a prendermi. Da lì ho deciso di comprarmi il mio primo rosario. Lo so che tutto questo fa ridere ma è andata proprio così... per i primi 2 giorni pregavo sempre.. ah ah... se ci ripenso! Oramai tutti noi conosciamo bene la trama e molte scene sono diventate celebri... una di queste è proprio quella in cui Linda Blair vomita verde addosso al prete. Quella roba schifosissima è invece buonissima ed è la zuppa di piselli che vi presento in questo post. Lo so il contesto fa un pò schifo però come facevo a non citare questo film? Solo per i retroscena meriterebbe un post a parte ( per i più curiosi andate su Wikipedia e ne leggerete delle belle, se volete averne un anticipo beh..  lo sapevate che la doppiatrice della bambina per avere quella voce terrificante e rauca ha dovuto ingozzarsi di uovo crudo, alcool e sigarette. Non dico "poverina" perchè sicuramente per farlo ha visto tanti soldini.) . Tornando a noi.....la ricetta è molto semplice e vi consiglio di non vedervi il film prima di mangiarla, potrebbe farvi venire il voltastomaco!








Ricetta:

500 g. di piselli
1 cipolla
sale
pepe
parmigiano

Soffriggere la cipolla ed aggiungere i piselli. Condire con sale e pepe e lasciar cuocere. Quando i piselli sono pronti frullare il tutto e se c'è bisogno aggiungere dell'acqua e del parmiggiano.
P.s: questa è la base ma se si vuole si può aggiungere della pancetta, della panna per renderla più appetitosa, o dei dadini di prosciutto cotto, insomma a vostro piacimento. Sbizzarritevi!

4 commenti:

  1. In effetti hai ragione, fa paura, nonostante lo ritenga assurdo, ma ti prende mentre lo guardi..eheh
    Buona la zuppaaa

    RispondiElimina
  2. Io il film non ho mai voluto vederlo e mai lo vedrò :-D Mio marito lo vide quando fu dato per la prima volta al cinema, una trentina e passa di anni fa, e mi ha raccontato che fu un vero shock. Per diverse notti non riuscì a dormire!Considerando che lui è uno che non ha mai avuto paura di niente... Certo, oggi siamo abituati a ben altro, e lo stesso mio marito si guarda certi film che sono ben più impressionanti de "L'esorcista", ma all'epoca sto film fece davvero scalpore.
    Ciao, cara, buona serata!

    RispondiElimina
  3. Per Lucia: dai... non ci posso credere! Beh a quei tempi fu scandaloso ma adesso, come hai detto tu, siamo abituati a ben altro... dai su, se non ti va proprio di vederlo almeno vediti il trailer... magari avvinghiata a tuo marito.. :-)
    baci
    Pr nightfairy: eh già, adesso lo trovo assurdo anch'io, ma come si dice... la prima volta non si scorda mai :-) baci

    RispondiElimina
  4. Ciao Klod, abbinamento spettacolare; come faccio a non regalarti un premio se ogni volta che gironzolo per il tuo blog mi fai così sorridere. Se ti va ritira il premio qui:
    http://frullatodiricette.blogspot.com/p/i-premi-ricevuti
    Ciao, Alex

    RispondiElimina

La parola "commento" proviene dal latino "commèntum" che significa "trovato" o " parto della mente" ed ha la stessa base etimologica di "commentàri" che significa meditare e immaginare.